ItalianoEnglishFrançaiseDeutschEspañol
There are no translations available.



Poche regioni come l’Umbria sono capaci di suscitare emozioni così intense. Attraversare questa terra dai diversi profili e dalle molteplici anime è come addentrarsi in una dimensione dove suggestioni spirituali, testimonianze artistiche ed eccellenze ambientali si fondono in un equilibrio armonico. Immergersi nella quiete delle sue campagne ondulate, perdersi nei colori sfumati dei suoi paesaggi che sembrano usciti da un affresco rinascimentale è come accordarsi al ritmo segreto di un mondo nel quale  l’uomo e la qualità della sua vita sono valori comuni condivisi. Una terra antica che continua a sprigionare energie vitali, che avvolgono morbidamente il visitatore sollecitandone la curiosità, l’intelletto ed il cuore. Una terra tutta da scoprire, con le sue ricchezze inesplorate. Questi “feelings” saranno quelli che vi accompagneranno nel soggiorno presso il nostro Relais, e che vi faranno vivere delle sensazioni piacevoli “che fanno star bene la mente ed il cuore”.

ASSISI
La città di Assisi è un luogo unico e profondamente spirituale che si allunga sulle pendici del Monte Subasio, al di sopra della pianura in cui scorrono il Topino e il Chiascio. La città è costruita nella bella pietra rosa locale che unifica lo spazio urbano, dai caratteristici vicoli medievali alle grandi Basiliche. Assisi deve la sua grande fama alla storia dei suoi grandi Santi, Francesco e Chiara ed al monumentale insieme di Chiese. Le due Basiliche, Superiore e Inferiore, dedicate al Santo Patrono d'Italia, con il complesso architettonico incredibile ed i suoi cicli di affreschi, realizzati dagli artisti più rappresentativi del Medioevo. La Chiesa di Santa Chiara. dove troverete il famoso crocefisso di San Damiano e San Rufino, la chiesa più antica della città con la bella facciata romanica ed i resti archeologici dell'Assisi romana. Non dimenticate di scoprire l'Assisi più laica e romana: il Tempio della Minerva in Piazza del Comune, al disotto della quale troverete il Museo Archeologico e il Foro Romano. Ai piedi di Assisi la splendida Basilica di Santa Maria degli Angeli racchiude la Porziuncola, piccola cappella dove il poverello fondò l'Ordine Francescano e  luogo della morte di San Francesco. Salendo su oltre Asissi la Rocca, Maggiore e Minore in cui troverete uno dei panorami più belli dell'Umbria. Suggestivo l'Eremo delle Carceri, oasi di pace, simbolo dell’alta spiritualità di San Francesco e dei suoi compagni. Assisi rievoca i tempi passati con il celebre Calendimaggio: le due parti della città, Sopra e Sotto, si sfidano in giochi e sfilate per la vittoria.

PERUGIA
Perugia, capoluogo di Regione, sorge come un piccolo gioiello storico in cui trovare un connubio perfetto tra arte, storia, cultura, ambiente, gastronomia e religione. Il suo ruolo storico si evidenzia nelle diverse e affascinanti stratificazioni storiche che la caratterizzano: dall’epoca etrusca e romana a quella medievale, rinascimentale e fino ai trionfi risorgimentali. Da non perdere la Galleria Nazionale con le sue opere indiscusse del Pinturicchio e Perugino, ospitata nel Palazzo dei Priori, imponente complesso architettonico. Uno sguardo alle sue celebri Porte, Porta Marzia (ingresso delle città etrusca) e Porta Sole (un panorama di tutte la vallata circostante e Gubbio). La Rocca Paolina e la città sotterranea, un suggestivo percorso sotterraneo che vi porterà fino al centro storico con Corso Vannucci in cui sorgono i monumentali palazzi della nobiltà perugina, con i suoi caffè e negozi. Inoltre su Piazza IV Novembre, la principale della città, si trova la celebre Fontana Maggiore, capolavoro indiscusso della scultura gotica italiana. Importanti anche i luohi sacri della città: Tempio di Sant'Angelo, edificio religioso bizantino a forma circolare, la Chiesa di San Pietro, la principale abbazia benedettina della regione con importantissimi dipinti e la Chiesa di San Domenico, con le sculture di Duccio e l'imponente vetrata absidale (seconda solo al duomo di Milano). Perugia inoltre è famosa in tutto il mondo per il suo cioccolato, non perdetevi quindi una visita al Museo Storico della Perugina e alla Casa del Cioccolato oltre che una visita durante Eurochocolate. Di fama internazionale inoltre Umbria Jazz che richiama ogni anno milioni di visitatori.

TODI ORVIETO

Todi, città natale di Jacopone, è ricca di arte: nella Piazza del Popolo troverete la Chiesa paleocristiana di San Fortunato (trasformata poi in stile gotico) rara “chiesa a sala “ con le tre navate di uguale altezza, la cripta contiene le spoglie di Iacopone “ il folle di Cristo”. Collocato alla base della città di Todi, a seguito di un miracolo, si erge il Tempio di Santa Maria della Consolazione, capolavoro d'arte bramantesca, considerato il simbolo dell'architettura rinascimentale. Ogni anno inoltre il centro storico è ravvivato dal Todi Arte Festival, rassegna di musica, poesia e teatro.

Orvieto si erge sulla sommità di uno sperone di tufo, regalando un panorama mozzafiato. Immancabile la visita dal Duomo dell'Assunta, capolavoro assoluto del gotico italiano: la facciata è ricca di mosaici e bassorilievi di Lorenzo Maitani oltre allo splendido rosone. All'interno invece la Cappella del Corporale e la Cappelle di San Brizio con i suoi famosi affreschi sul giudizio universale del Signorelli. Merita assolutamente una visita anche il Pozzo di San Patrizio, opera geniale con la doppia scala elicoidale con 248 gradini nata per fornire acqua in caso di invasione alla città. Inoltre una passeggiata nella Piazza del Comune e Piazza del Popolo in cui si ergono importanti edifici pubblici. La città inoltre ospita l'Umbria Jazz Winter durante il Capodanno, così da animare ogni angolo del centro storico.


GUBBIO
Adagiata alle falde del Monte Ingino, Gubbio è tra le più antiche città dell'Umbria, meravigliosamente conservata nei secoli e ricca di monumenti che testimoniano il suo glorioso passato. Da vedere i resti ben conservati del Teatro Romano e Antiquarium, dove ammirare anche antichi tappeti musivi. Le"Tavole Eugubine", testo fondamentale per la conoscenza delle lingue antiche, contenute all'interno del Palazzo dei Consoli che insieme alla Piazza Grande constituisce un importante sistema architettonico del MedioEvo, con i numerosi palazzi storici dell'epoca. La Chiesa di San Francesco, eretta sul luogo dove il santo di Assisi ottenne il primo saio da un amico, conserva interessanti affreschi del XIII sec. e del XIV sec.; la Basilica di Sant’Ubaldo è posta proprio sulla sommità del monte Ingino, in cui sono conservati i tre Ceri per l’omonima corsa, ed il corpo del santo protettore di Gubbio. Ricca di tradizioni, come la Corsa dei Ceri che ogni anno raccoglie tutta la cittadina. Curiosa storia inoltre quella Fontana dei Matti, sita nella piazza principale: girando intorno tre volte si diventa pazzi!

FOLIGNO-SPOLETO

La città di Foligno vanta un passato ricco di grandezza, rappresentando la città umbra più importante durante l'era dei Ghibellini. Tradizione narra che sia il centro del mondo "lu centro de lu munnu", centro della penisola e quindi di tutto il Mediterraneo; il punto preciso veniva segnalato con un birillo su un biliardo in uno storico Caffè del centro. Da non perdere una passeggiata nel centro storico in cui trovare la Piazza e la Cattedrale di San Feliciano con la splendida facciata romanica. Tra i palazzi storici si segnala Palazzo Trinci con gli affreschi che rappresentano la signoria locale, oggi sede di numerosi musei. La Giostra della Quintana in giugno e settembre rievoca i tempi gloriosi di Foligno con le gare a cavallo.

Spoleto vi sorprenderà per gli importanti resti di origine preromana e romana che raccontano della sua storica grandezza, merito della posizione strategica lungo la Via Flaminia. Oggi vanta importantanza internazionale, grazie anche al Festival dei Due Mondi che le regalano un'aria più sofisticata vivibile in ogni angolo della città. Immancabile la visita al Ponte delle Torri, vero capolavoro medievale: un ponte acquedotto di imponenti dimensioni. Il suo Duomo, rappresentazione dell'arte romanica per la sua facciata e gli affreschi all'interno, si erge sulla Piazza principale. Infine suggestivo è il Teatro Romano, luogo di concerti durante il Festival, e il Museo Archeologico al suo interno.

SPELLO BEVAGNA MONTEFALCO

Spello è una bella e suggestiva cittadina medievale adagiata sul monte Subasio che ricalca la suggestività di Assisi per i suoi vicoli e scorci. Da vedere la Chiesa di Santa Maria Maggiore per la sua facciata e per gli affreschi del Pinturicchio conservati all'interno, oltre che la Chiesa di Sant'Andrea per il suo crocefisso e una tavola del Pinturicchio. Poco fuori Spello Villa Fidelia del XIV sec. e il suo parco all'italiana contenente una collezione di arte moderna.

Bevagna è un piccolo borgo lungo la via Flaminia da visitare per il suggestivo centro che conserva ancora i tesori dell'epoca passata. La Piazza Centrale con le sue chiese è esempio dell'arte romanica, in cui trovare anche il Palazzo dei Consoli del 1.200 d.C. al cui interno si trova il Teatro Torti, molto elegante. La città è inoltre conosciuta per il Mercato delle Gaite, rievocazione storica del medioevo, in cui le quattro gaite del paese si sfidano allestendo la vita quotidiana di un tempo.

Montefalco vanta l'appellativo di "ringhiera dell'Umbria" poichè gode di un panorama unico, da Perugia e Spoleto fino ai rilievi dell'Appennino. Si segnala il Museo Pinacoteca che custodisce opere importanti, tra cui quelle del Gozzoli e del Perugino. La caratteristica Piazza Centrale su cui si affacciano il Palazzo Comunale e numerosi palazzi storici. La fama della città è senz'altro legata alla famosa "tela umbra" con le sue pregiate tessiture ed i tradizionali vini dei colli montefalchesi: Sagrantino, Rosso e Grechetto.


PANICALE CITTA' DELLA PIEVE CASTIGLION DEL LAGO

Panicale è uno storico centro medievale che si erge in cima ad una collina, regalando così uno scorcio che arriva fino al Lago Trasimeno. Conserva segni evidenti della sua origine storica: la pianta del paese è a cerchi concentrici, garantendole così un sistema di difesa militare che le ha permesso di resistere ai numerosi attacchi al suo Castello. Il Perugino dipinse proprio qui "Il Martirio di San Sebastiano", ancora ben conservato all'interno della Cappella di San Sebastiano. Inoltre merita una visita la Piazza Centrale Umberto I con la sua fontana quattrocentesca.

Città della Pieve , città natale del Perugino, vanta una struttura medievale caratterizzata da suoi rossi mattoni ed in particolar modo la posizione privilegiata sulla Valdichiana. Imperdibili le opere lasciate dal grande artista, tra cui il capolavoro all'interno dell'Oratorio di Santa Maria dei Bianchi e quelle dentro la Cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio. Da segnalare anche l'imponente Fortezza del Perugino, esemplare nobile di difesa della città e la Torre del Vescovo che regala uno scorcio sulle cinte medievali. Continua ancora oggi la tradizione artistica del paese grazie al Giardino dei Lauri, affascinante edificio industriale immerso nel verde che ospita un'importante galleria d'arte moderna.

Castiglion del Lago si erge su un promontorio che dà direttamente sul Lago Trasimeno, offrendo così un intenso panorama. La città interpreta completamente il concetto di fusione tra arte e natura, grazie alla posizione del Castello del Leone e Palazzo della Corgna da cui scorgere tutto il promontorio. Da lì non vi perdete una passeggiata lungo gli spalti del castello e una visista interna agli affreschi manieristi. La zona è ricca di prodotti tipici, olio formaggi e insaccati; da provare assolutamente la Fagiolina del Trasimeno, prodotto tipico del lago, divenuto da anni presidio slow food. La zona è interessante anche per una visita all'Isola Maggiore, raggiungibili con il traghetto, oltre agli altri borghi intorno al lago.


NORCIA CASCIA

La Valnerina ha sempre rappresentato nel passato un centro di spiritualità importante per la migrazione di monaci dall'Europa, tanto da essere luogo di fondazione dell'ordine dei monaci benedettini. Completa l'ambientazione il Parco dei Monti Sibillini, da cui nasce il Nera, territorio dal fascino magico per le chiese e abbazie incastonate tra il verde e dove praticare numerosi sport. Norcia è di origini etrusche antichissime, ancora racchiusa dalle mura medievali. Merita certamente una visita la città, suggestiva per i monti circostanti; troverete chiese affrescate, la Cattedrale ed il Tempietto. Imponente la Basilica di San Benedetto con la sua facciata in stile gotico, costruita proprio sul luogo natale del Santo. Da segnalare anche la Castellina, rocca quadrilatera con torrioni angolari, nata per contenere i numerosi disordini del XVI sec. Oltre arte e natura, Norcia è conosciuta per le sue norcinerie, pregiati salumi lavorati con le ricette di un tempo, vendute nelle numerose botteghe sparse in tutto il centro. Re indiscusso della gastronomia è il Tartufo nero di Norcia, famoso in tutto il mondo, a cui è dedicata anche una rassegna annuale. Una breve escursione permette inoltredi arrivare a 1.400 m sul Piano di Castelluccio, attraversando la nota fiorita primaverile, per poi visitare il suggestivo borgo con sfondo i Sibillini.

Cascia deve la sua notorietà alla grande figura religiosa di Santa Rita, della quale si trova traccia in ogni angolo della città. Fare meta a Cascia significa quindi visitare la Basilica che custodisce il corpo della Santa, il monastero delle Agostiniane e tutti gli altri luoghi a cui essa è associata. Il paese di Roccaporena conserva lo scoglio dove la santa andava a pregare, oltre agli altri luoghi simbolo della sua vita.

 
Vacanze e weekend di eccellenza in ville, castelli, dimore storiche

Location

Ripa Relais Colle del Sole Strada Aeroporto Sant'Egidio 5
06134 Ripa Perugia (Italy)

Info

P.IVA 02975450541
Fax +39 075 6020196

I Cookies vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I Cookies impiegati, essenziali per il funzionamento del sito, sono già stati settati. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Informativa sulla Privacy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive